Come organizzarsi per lavorare da casa e rendere al massimo

Come organizzare il lavoro da casa quando sei freelance?
Come riuscire ad essere efficienti e produttivi pur non andando fisicamente in ufficio?

Queste sono le domande che mi sono posta quando, dopo aver svolto per diversi anni attività da dipendente, ho deciso di mettermi in proprio e diventare libera professionista.
E probabilmente queste sono le stesse domande che ti stai ponendo anche tu in questo momento. Soprattutto in questo periodo storico in cui lo smartworking è diventato più che mai una necessità.

Per questo ho pensato di condividere con te tutto ciò che ho visto funzionare meglio in base alla mia esperienza e che mi ha permesso di essere efficace, produttiva e soddisfatta della ma organizzazione e del lavoro da casa.

Crea una routine

Costruire una routine giornaliera è un – primo – passaggio fondamentale. Perché lavorare da casa nell’immaginario di molti può voler dire stare in pigiama tutto il giorno, alternando le cose da fare a passeggiate tra divano e frigo.
Ecco questa è proprio un’immagine lontana anni luce dal mio concetto di freelance.
All’inizio occorre senz’altro imparare a conoscersi, ascoltare i propri ritmi, capire in quali momenti siamo più produttivi. In seguito si può organizzare la giornata in modo tale da concentrare le attività che richiedono la nostra più elevata concentrazione nei momenti in cui le nostre energie e attenzione sono al massimo.

All’inizio della mia vita da libera professionista ho trovato un grande giovamento dalla costruzione della mia personale routine. Ho pianificato la mia “giornata tipo”, dal risveglio fino al momento di coricarmi, assecondando le mie abitudini, la mia famiglia e le mia necessità.

Ritagliati uno spazio tutto tuo

Se puoi organizza uno spazio dentro casa che sia solo tuo e che sia adibito unicamente al lavoro. Questo ti aiuterà a mantenere ordine, produttività e concentrazione, perché ti permetterà di ricreare la sensazione benefica di avere un ufficio personale e di staccare invece dalla quotidianità domestica.

Io non ho la fortuna di avere una stanza da utilizzare come ufficio, ma sono riuscita a ritagliare un angolo studio in soggiorno facendo costruire una scrivania su misura e comprando una seduta comoda per sostenere la mia schiena durante le molte ore di lavoro al pc.

Pianifica il lavoro in anticipo

La cosa fondamentale per non navigare a vista durante il lavoro da casa è realizzare una tabella di marcia stabilendo – in anticipo – come organizzare le attività nel corso della settimana.

Personalmente organizzo il mio lavoro con una/due settimane di anticipo e questo mi permette di essere molto più efficace e produttiva. Suddivido poi ogni giornata in “slot” di tempo (generalmente di 1 o 2 ore) dedicate a specifiche attività e in questo modo cerco anche di mettere tutto in sequenza, partendo con i task che saranno propedeutici per i lavori successivi.

Ecco qui un piccolo esempio

Ore 9-10 > gestione email e aggiornamento Trello
Ore 10-11 > avanzamento lavori strategia del cliente x
Ore 11 > piccola pausa
Ore 11:10-12:10 > postare sui canali social per il cliente y
Ore 12:10-12:30 > pianificazione lavoro per il pomeriggio o per la giornata successiva
E così via.

Non dimenticarti delle pause!

Così come succede per chi svolge un lavoro in azienda, concedersi momenti di pausa prestabiliti è fondamentale per riuscire a mantenere alta la produttività e non avere cali di energie.
Come vedi dal rapido esempio che ho riportato sopra, io inserisco le pause nella mia agenda e pianificazione: in questo modo non cedo alle tentazioni, evito le distrazioni “fuori orario” e soprattutto non rischio di farmi prendere dal lavoro e dimenticare di sgranchire le gambe o bere acqua.

Lavorare da casa per me è davvero molto funzionale, ma oltre ai tanti pro può nascondere diverse insidie, soprattutto se non fissano dei confini e non ci dà un’organizzazione ben precisa.

Spero che questo post ti sarà d’aiuto e, se sei anche tu freelance come me, mi piacerebbe mi raccontassi la tua esperienza e condividessi i tuoi suggerimenti per organizzare al meglio la giornata lavorativa da casa.